Regolamento de “Le Quadriglie”

REGOLAMENTO DE “LE QUADRIGLIE”

regolamento

CAPITOLO I

Formazione della quadriglia

Art. 1

La quadriglia deve essere costituita da un massimo di 200 (duecento) persone mascherate, oltre la banda musicale e la cd. banda piccola (anche queste ultime devono essere obbligatoriamente mascherate); il limite minimo da rispettare è quello delle 100 (cento) unità compresa la banda musicale e la banda piccola.

Il mancato rispetto del I comma di tale articolo comporta n. 6 PENALITA’.

In caso di uno o più componenti della banda piccola e/o della banda musicale non mascherati verranno applicate n. 5 PENALITA’ .
Gli iscritti di età inferiore agli 8 anni non verranno conteggiati. Ogni quadriglia si obbliga a comunicare alla Fondazione almeno 2 giorni prima (entro e non oltre il giovedì delle prove) della prima sfilata il numero approssimativo di partecipanti (con un margine di errore in difetto del 10% massimo).

Art. 2

La QUADRIGLIA deve presentare le seguenti caratteristiche:

  1. un solo maestro, figura principale dell’intero gruppo che dirige la musica:
  2. una banda musicale, formata da musicisti con strumenti a fiato, nel numero massimo di 15 unità, il predetto limite può essere superato solo aggiungendo un ulteriore musicista purchè lo stesso non abbia ancora compiuto 16 anni alla data del carnevale e che sia residente nel comune di Palma Campania da almeno per 5 anni;
  3. una banda piccola formata da non più di 5 (cinque) elementi da scegliere indistintamente tra piatti, grancassa, rullante, tamburi, campanacci. Ai cinque componenti della banda piccola si può aggiungere facoltativamente un sesto qualora lo stesso non abbia ancora compiuto 14 anni alla data del carnevale e che sia residente da almeno 5 anni nel comune di Palma Campania. Tutti gli strumenti a percussione utilizzati verranno considerati elementi aggiuntivi della stessa banda piccola con conseguente applicazione della sottostante penalità.
    Per le infrazioni di cui alle lettere a), b), e c) n. 20 PENALITA’
  4. E’ assolutamente vietato presentare pubblicamente e in maniera ufficiale il nuovo maestro durante le manifestazioni antecedenti il c.d. “Ratto del Gagliardetto”, in caso di infrazione 15 PENALITA’; lo stesso comunque potrà prendere parte attivamente a tutte le manifestazioni antecedenti organizzate dalla Fondazione.

Art. 3

Almeno l’80% dei componenti della quadriglia, esclusi i fiati e i componenti della banda piccola, devono accompagnare la musica con uno strumento tradizionale (tammurelle, triccaballacche, scetavajasse, putipù, acciarini etc).

Nell’ambito della quota stabilita al comma I, gli strumenti tradizionali devono essere presenti nelle seguenti percentuali: tammurelle (da un minimo del 60% ad un massimo del 65%), triccaballacche (da un minimo del 20% ad un massimo del 25%), scetavajasse (da un minimo del 3% ad un massimo dell’ 8%) putipù (minimo 3 unità); qualora residuasse una quota, si potranno utilizzare altri strumenti improvvisati non a percussione e che non rientrano nelle categorie precedenti.

5 PENALITA’ per ogni categoria di strumenti tipici nella quale non sia stata rispettata la percentuale.

5 BONUS nel caso di utilizzo nella settimana delle prove degli strumenti tradizionali di cui sopra in misura non inferiore al 25% delle percentuali obbligatorie sopra disciplinate. Tale bonus si applicherà solamente nel caso in cui si rispetti il 25% in tutti i giorni delle prove a partire dal mercoledì.

Art. 4

Non è consentita nell’esecuzione del canzoniere l’utilizzo di alcuna strumentazione elettronica. PENALITA’ = 80

CAPITOLO II

MODALITA’ DI ISCRIZIONE E PARTECIPAZIONE

 

Art. 5

Possono presentare la domanda d’iscrizione esclusivamente i comitati che vogliono costituire una quadriglia e che oltre ad essere costituiti in Associazione con iscrizione all’Agenzia delle Entrate e attribuzione di Codice Fiscale/Partita IVA, abbiano i requisiti ovvero adempiano alle formalità sotto indicate:

  • Copia Statuto e contratto associativo;
  • Domanda di partecipazione come quadriglia all’edizione del carnevale, firmata esclusivamente dal presidente dell’associazione con allegata copia della carta di identità;
  • Sottoscrizione da parte del presidente dell’associazione del modulo prestampato di accettazione del regolamento delle quadriglie e del Codice Etico, disponibili presso il suddetto Ufficio protocollo o sul sito carnevalepalmese.eu;
  • Indicazione obbligatoria del tema prescelto con allegata scheda di presentazione dello stesso, tale condizione è fondamentale per individuare le peculiarità del tema scelto. Quest’ultimo non deve essere stato presentato nelle precedenti ultime cinque edizioni del Carnevale Palmese (in caso contrario la Fondazione comunicherà l’obbligo del cambio del tema che dovrà comunque essere presentato entro i successivi 30 giorni; in caso di identica presentazione del tema, avrà la priorità l’associazione la cui domanda d’iscrizione è stata anteriormente protocollata, se protocollata nello stesso giorno si procede al sorteggio);
  • Copia della ricevuta del versamento di € 1.000,00 (mille) quale quota della domanda di partecipazione.
  • Le quadriglie di nuova costituzione , oltre a possedere i requisiti ovvero procedere a tutte le formalità di cui sopra, per poter presentare la domanda di partecipazione ad una edizione del carnevale, dovranno versare a titolo di garanzia entro il 30 luglio di ogni anno la somma di €.2.000/00 sul conto corrente intestato alla Fondazione; se la domanda non si perfeziona in iscrizione la somma viene restituita, unitamente alla quota di di €.1.000/00 relativa alla domanda di partecipazione, entro 5 giorni dall’ufficialità delle 7 quadriglie partecipanti all’edizione.

la domanda di partecipazione dovrà essere presentata all’ UFFICIO PROTOCOLLO del Comune di Palma Campania o consegnata a mani del presidente/segretario della Fondazione nel termine improrogabile del 01 settembre di ogni anno, la stessa domanda di partecipazione potrà essere protocollata o consegnata a partire dal decimo giorno precedente il termine di scadenza, alla domanda dovrà obbligatoriamente allegata tutta la documentazione richiesta a pena di nullità della domanda di iscrizione.

La Fondazione stabilisce di limitare la partecipazione alla kermesse ad un numero massimo di 7 quadriglie. Tale orientamento è stato oggetto di discussione nel corso di alcune assemblee ufficiali, nelle quali i rappresentanti delle quadriglie presenti manifestavano l’ opportunità di limitare la partecipazione delle quadriglie ad un numero massimo di sette, sia per questioni legate alla morfologia del territorio sia per una migliore fruibilità della manifestazione.

In ogni edizione del carnevale, per la composizione del numero delle sette quadriglie partecipanti hanno precedenza le quadriglie che hanno partecipato all’edizione precedente .

Qualora in qualche edizione della manifestazione non venisse raggiunto il numero di 7 quadriglie partecipanti, in quella successiva i posti vacanti saranno assegnati in via preferenziale ai comitati che abbiano partecipato ad almeno una delle ultime due edizioni della manifestazione, sempre che presentino la domanda di iscrizione nei termini.

Qualora sommando il numero dei comitati che hanno partecipato all’ultima edizione ( che partecipano di diritto) a quelli che hanno partecipato ad una delle ultime due edizioni si raggiungesse un numero di iscrizioni superiore a 7, vengono preferiti e quindi parteciperanno alla kermesse, i comitati che hanno partecipato a più edizioni del carnevale fino al raggiungimento del numero massimo previsto.

Qualora sommando il numero dei comitati che hanno partecipato all’ultima edizione, a quelli che hanno partecipato ad una delle ultime due edizioni non si raggiungesse il numero di 7 quadriglie partecipanti, per l’assegnazione dei posti vacanti i termini dell’iscrizione verranno riaperti fino al 15 settembre.

Qualora si verificasse tale fattispecie si applicherà il criterio cronologico, quindi, parteciperanno all’edizione del carnevale fino al raggiungimento del numero massimo, i comitati che prima degli altri avranno protocollato al comune la domanda di partecipazione con tutta l’allegata documentazione prescritta nel termine che decorre dal 2 al 15 settembre.

Qualora nello stesso giorno più comitati protocollassero al comune le domande tardive rendendo impossibile l’applicazione del criterio cronologico, tra questi comitati prenderebbero parte all’edizione quelli con un maggior numero di partecipazioni precedenti fino al raggiungimento del numero massimo di 7.

Qualora per una singola edizione del carnevale ci fossero più di 7 comitati di quadriglia ad aver presentato una regolare domanda di partecipazione, i comitati esclusi per l’applicazione dei predetti criteri preferenziali, entrano di diritto a far parte delle 7 quadriglie partecipanti all’edizione successiva.

A rimanere escluse per l’edizione successiva, per poi rientrare con lo stesso criterio, sarebbero le quadriglie che nella classifica del Gonfalone Aragonese si siano posizionate ultime o penultime, non essendo le prime 5 quadriglie classificate sottoposte ad alcuna rotazione.

Tutte le domande di partecipazione incomplete e quelle presentate successivamente al 01 settembre saranno considerate nulle.

La Fondazione si riserva la facoltà di riaprire i termini per presentare la domanda di partecipazione se per qualsiasi motivo non fosse raggiunto il numero di sette quadriglie.

* N.B. : IL VERSAMENTO DELLA QUOTA DELLA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE DOVRA’ ESSERE EFFETTUATO SUL C/C INTESTATO ALLA FONDAZIONE CARNEVALE DI PALMA CAMPANIA RECANTE LE SEGUENTI COORDINATE BANCARIE:

IT44 W   05034   40040   000000010118

 

Ogni comitato che partecipa all’edizione del carnevale, avrà diritto ad una quota di biglietti della lotteria pari al valore della quota di iscrizione.

 

Art. 6

OGNI QUADRIGLIA, ALL’ATTO DELL’ISCRIZIONE, DOVRA’ DEPOSITARE OBBLIGATORIAMENTE UNA SCHEDA DI PRESENTAZIONE DEL TEMA, IN CUI DOVRA’ SPECIFICARE LA PECULIARITA’ E GLI ELEMENTI DISTINTIVI DELLO STESSO, PER PERMETTERE ALLA FONDAZIONE DI INDIVIDUARE CON CERTEZZA IL TEMA INDICATO E VALUTARE EVENTUALI SIMILITUDINI CON ALTRI TEMI PRESENTATI OVVERO SCELTI IN PASSATO. IN CASO DI MANCATA CONSEGNA DELLA SCHEDA DI PRESENTAZIONE AVRA’ LA PRIORITA’ IL TEMA CON ALLEGATA LA SUDDETTA SCHEDA A PRESCINDERE DALLA PRIORITA’ CRONOLOGICA DELL’ISCRIZIONE.

Secondo le modalità previste dalla Fondazione per l’iscrizione all’edizione 2015 del Carnevale Palmese, ogni quadriglia non potrà presentare un tema già sviluppato e presentato nelle ultime precedenti cinque edizioni del carnevale; pertanto non sarà possibile presentare domanda d’iscrizione con uno dei seguenti temi: Carnevale 2011: Studenti “ Il tempo che va”; Liciniana Gens “ Marianna Orfei e il suo Circo di Squilibrati”; Gaudenti “ Giochiamo da Una Vita…Quest’Anno con Lolita”; Amici di Pozzoromolo “Inventori ed invenzioni”; Scusate il Ritardo “ Cos’ e Pazz”; Teglanum “Di Che Colore Sei?”; A Livella “ Mario Bros”; Allegria “ Channel Show”; Comitato Amicizia “ A Spasso Per L’ Olimpo”. Carnevale 2012: Studenti “ Alice in Wonderland”; Gaudenti “Eurotour”; Amici di Pozzoromolo “Fruit and Memory”; Scusate il Ritardo “ Fantabouchet”; Teglanum “Zodiac”; A Livella “ Facitece Spazio Arriva A Livella”. Carnevale 2013: Studenti “ Le mille ed una notte”; Liciniana Gens “ Egitt .., Bast Mo’.. La vera storia di Tamanses II”; Gaudenti “ God save ther Queen”; Amici di Pozzoromolo “ Facimm a’ spesa”; Scusate il Ritardo “ La Bella e la Bestia: musical and story”; Teglanum “ The Grinch”; A Livella “ A livella impazza…in festa di piazza”; Carnevale 2014: Studenti “Pirati dei Caraibi”; Gaudenti “Par(i)ata Disney”; Amici di Pozzoromolo “Musicology”; Monellì “Il circo nero”; Teglanum “Magia”; A Livella “Monopoly”; Carnevale 2015  Studenti “Buon Anniversario Studenti 50°: la nostra storia”; Gaudenti “Napul’è”; Scusate il ritardo “Chist’ ann’ so’ nummr”; Monellì “69”; Teglanum “Tutti al Museo”; A’ Livella “… na tazzulell e cafè”;

Art. 7

LOTTERIA DEL CARNEVALE PALMESE

Con la presentazione della domanda di partecipazione all’edizione del carnevale

  1. la quadriglia si impegna a promuovere la distribuzione dei tagliandi della Lotteria Carnevale Palmese;
  2. la Fondazione si impegna ad offrire ai comitati partecipanti € 1.000/00 (millecinquecento) di biglietti della lotteria, senza chiedere alcuna percentuale sulla vendita;
  3. qualora i singoli comitati richiedessero alla fondazione biglietti ulteriori rispetto a quelli offerti, il ricavato della vendita andrà nella misura del 40% alla Fondazione, il restante 60% al singolo comitato; ogni comitato non potrà richiedere ulteriori biglietti qualora ne abbia già in dote il corrispondente valore di € 1.000,00 e su questo non abbia ancora provveduto a versare alla Fondazione la percentuale dovuta.
  4. Le quadriglie, all’atto dell’iscrizione, accettano, comunque, di non indire alcuna ulteriore lotteria, sorteggio, riffa o estrazione di qualunque genere, in caso contrario sarà sanzionata con 50 PENALITA’.

Art. 8

Le tradizionali prove del canzoniere delle quadriglie precedenti l’inizio del carnevale verranno eseguite nel c.d. “VILLAGGIO DELLE QUADRIGLIE”, i comitati si dovranno attenere a tutte le prescrizioni relative a norme di sicurezza e contegno che verranno stabilite dalla stessa Fondazione, gestore e responsabile unico dello spazio di via Querce durante gli eventi, mentre quelli relativi alla programmazione verranno attuati di concerto con i Comitati delle quadriglie.

CAPITOLO III

ONERI PER LE QUADRIGLIE

Art. 9

Alle quadriglie durante la sfilata è assolutamente vietato sostare per eseguire l’intero canzoniere; in caso di attesa dovuta all’esibizione della quadriglia precedente o a causa di forza maggiore è consentita al massimo l’esecuzione di parte di esso per intrattenere il pubblico.
4 PENALITA’ per ogni singola sosta non conforme alla prescrizione.

Art. 10

Ogni comitato di quadriglia partecipante all’edizione del carnevale deve obbligatoriamente garantire la propria presenza nei giorni delle manifestazioni ufficiali che saranno preventivamente concordate con la fondazione, nelle stesse occasioni è obbligatoria l’esibizione del proprio “gagliardetto” identificativo.

Ogni comitato di quadriglia, sia per concorrere alla buona riuscita della manifestazione sia per collaborare ad un progetto di crescita dell’immagine della nostra Kermesse, si impegna a partecipare alle manifestazioni collaterali ufficialmente organizzate dalla Fondazione con almeno 30 persone del proprio gruppo.

La Fondazione nell’ottica di un necessario discorso di coinvolgimento si impegna comunque a rendere partecipe e concertare con il comitato le varie manifestazioni a farsi.

10 PENALITA’ per la mancata esibizione del gagliardetto in ogni manifestazione ufficiale.

Art. 11

In occasione della sfilata e del martedì grasso è fatto obbligo di esporre una scenografia o elemento chiaro e distintivo, indicante l’intestazione del tema prescelto.
Mancata esposizione: 3 PUNTI DI PENALITA’

Art. 12

Sul palco principale, durante l’esibizione è consentita la presenza di un massimo di 8 (otto) quadrigliati non mascherati con il cartellino indicante “STAFF TECNICO e nome della quadriglia”; nel percorso della sfilata il numero può aumentare fino a 15, anche in questo caso ci deve essere l’elemento identificativo di cui sopra.
3 PENALITA’ per ogni singola persona in più presente sul palco.

Art. 13

In occasione della manifestazione della c.d. “canzone d’occasione”, ogni comitato deve presentare una canzone composta da musica già conosciuta e/o inedita ma con testo del tutto inedito, non obbligatoriamente da inserire nel canzoniere, cantata esclusivamente dal vivo ed accompagnata da una simbolica scenografia.

La canzone d’occasione non dovrà obbligatoriamente essere eseguita sul palco principale il giorno della sfilata nel corso della presentazione della quadriglia.

CAPITOLO IV

UTILIZZO DI CARRI ALLEGORICI E/O DI ALTRE SCENOGRAFIE

Art. 14

Ogni gruppo può avere a completamento della scenografia, sia il giorno della sfilata che di carnevale, 1 (uno) carro allegorico attinente al tema proposto, che non può superare le seguenti misure: 8 mt di lunghezza, 2,70 mt. di larghezza e 4,40 mt. di altezza dal suolo.

Tutti i gruppi dovranno presentare almeno sette giorni prima della messa in strada del carro allegorico la seguente documentazione: a) un regolare certificato di collaudo relativo sia alla staticità che alla sicurezza degli impianti; b) polizza assicurativa per la r.c.a; c) l’impegno del comitato di verificare la presenza sul carro di almeno un estintore e quello di eliminare eventuali ingombri lasciati per la strada.

I carri potranno essere soggetti ad ispezione ad opera di uno staff tecnico nominato dalla Fondazione, al fine di accertare il rispetto delle indicazioni prescritte.

I collaudi e le polizze r.c.a. saranno trasmesse se richieste al Comando dei Carabinieri di Palma Campania e al Comando dei Vigili Urbani che avranno cura di vietare l’uscita dei carri che non rispettano le regole richiamate.

Ogni comitato deve presentare all’interno della propria quadriglia un numero minimo di 3 (tre) cacciate a pedale ovvero non motorizzate.
5 BONUS per ogni comitato che rispetti detto limite minimo.

Le misure delle cacciate dovranno essere contenute nei seguenti limiti massimi: lunghezza mt.4 (quattro); larghezza 2,5( duevirgolacinque); Altezza dal suolo 3 (tre) metri.

Art. 15

Nel caso di utilizzo di animali di media e grossa dimensione, sia per la sfilata che per il giorno di carnevale, è obbligatorio richiedere l’ autorizzazione alla Fondazione, le richieste dovranno pervenire presso l’Ufficio Protocollo del Comune di Palma Campania almeno dieci giorni prima dell’evento.

Le richieste valutate e se necessario trasmesse dalla Fondazione al Comando dei Carabinieri e al comando dei Vigili Urbani per eventuali prescrizioni.

In caso di autorizzazione è fatto obbligo al comitato che si avvale dell’apporto dell’animale di eliminare eventuali rifiuti o suoi escrementi.
15 PENALITA’ sia per la mancata comunicazione che per la mancata pulizia.

CAPITOLO V

SFILATA, NORME VARIE, PENALIZZAZIONI

Art. 16

Le manifestazioni ufficiali oggetto del giudizio della GIURIA e soggette all’applicazione eventuale di bonus o penalità sono esclusivamente le seguenti:

  • Sfilata;
  • Esibizione dei canzonieri nelle sole postazioni ufficiali antecedentemente prestabilite;

Prima dell’inizio della manifestazione la Fondazione comunicherà ai Comitati delle Quadriglie, i mezzi posti in essere per rilevare eventuali elementi sanzionabili ovvero per l’attribuzione dei bonus.

Il percorso della sfilata e le postazioni per l’esecuzione dei canzonieri saranno preventivamente comunicati dalla Fondazione dopo riunione di concerto con il Comitato delle Quadriglie.

Art. 17

In caso di intemperie atmosferiche la domenica della sfilata delle quadriglie ovvero il martedì grasso che rendessero necessario lo spostamento del singolo evento, lo stesso verrà posticipato ad un data successiva, stabilita di comune accordo tra Fondazione Carnevale e comitati di Quadriglie.

Art. 18

L’ordine di sfilata e i relativi orari di uscita saranno sorteggiati pubblicamente dal Presidente della Fondazione alla presenza delle rappresentanze delle quadriglie partecipanti alla manifestazione 2015;

Art. 19

Le penalità ed i bonus stabiliti dal presente Regolamento verranno concessi dalla Fondazione sulla base di elementi probatori dalla stessa rilevati e/o da propri delegati ovvero raccolti dalle persone indicate dai comitati a tal fine. Potranno essere utilizzati per il rilevamento delle infrazioni anche riprese audio/visive e fotogrammi.

OGNI COMITATO PARTECIPANTE POTRA’ FORNIRE ENTRO E NON OLTRE (entro e non oltre le ore 16,00 del venerdì delle prove) IL NOMINATIVO DEL PROPRIO PRESCELTO AL RILEVAMENTO ED ALLA PRESENTAZIONE DELLE PROVE (CON FOTO E/O VIDEO ETC ETC) DI EVENTUALI INFRAZIONI COMMESSE DA ALTRI COMITATI PARTECIPANTI. IN TAL CASO I NOMINATIVI VERRANNO COMUNICATI ANCHE ALLE QUADRIGLIE. La mancata comunicazione del nominativo entro il termine suddetto comporterà la nullità di qualsiasi prova di infrazioni eventualmente presentate alla Fondazione.

Le PENALITA’ per mancato rispetto delle diverse tipologie di infrazione si applicheranno: a) durante l’intero percorso della sfilata ivi compresa la presentazione sul palco centrale; b) nel giorno dell’esecuzione dei canzonieri nelle postazioni ufficiali.

Tali prove di infrazioni commesse dovranno essere presentate al Presidente della Fondazione entro e non oltre le 24 (ventiquattro) ore successive alla conclusione della manifestazione.

Gli elementi probatori forniti saranno oggetto di insindacabile giudizio della Fondazione e non sarà ammesso alcun tipo di reclamo o ricorso.

Le penalità rilevate dalla fondazione e/o da propri delegati ovvero dai soggetti all’uopo preposti ed indicati dai singoli comitati, dovranno essere comunicate per iscritto o verbalmente, dalla Fondazione al Presidente della quadriglia penalizzata entro le successive 48 ore salvo caso di forza maggiore.

Art. 20

Ogni Comitato dovrà garantire in tutte le manifestazione ufficiali previste nel programma della manifestazione:

  1. La partecipazione della propria quadriglia con fiati, banda piccola e almeno 30 quadriglianti. 30 PENALITA’ in caso contrario.
  2. Il rispetto scrupoloso degli orari concordati dalla Fondazione con il Comitato delle Quadriglie. Nel caso in cui il ritardo dell’orario di partenza sia dipeso esclusivamente dalla prima quadriglia le penalità verranno assegnate solo a quest’ultima.
    20 PUNTI DI PENALITA’ .
  1. L’osservanza scrupolosa dell’ordine di sfilata.
    20 PUNTI DI PENALITA’.
  1. Il completamento nella sua interezza del percorso o delle tappe stabilite ed indicati dagli organizzatori per l’esecuzione dei canzonieri.
    20 PUNTI DI PENALITA’
  1. E) La sera del lunedì del passo le quadriglie possono sostare presso le postazioni o le giurie per un tempo massimo di 15 minuti complessivi avendo cura di permettere l’eventuale passaggio di altre quadriglie partecipanti.

Art. 21

La domenica della sfilata, ogni quadriglia tra esibizione e presentazione può rimanere sul palco principale per un tempo massimo di 45 (quarantacinque) minuti che inizieranno a decorrere con apposito timer dal momento del passaggio del microfono dal presentatore della manifestazione al presidente e/o rappresentante della quadriglia.

Il martedì grasso, ogni quadriglia per l’esecuzione del canzoniere può rimanere sul palco principale per un tempo massimo di 40 (quaranta) minuti che inizieranno a decorrere con apposito timer dal momento del passaggio del microfono dal presentatore della manifestazione al presidente e/o rappresentante della quadriglia.

  • 15 PENALITA’ in caso di sforamento dei minuti complessivamente concessi alla quadriglia sul palco principale.
  • 10 PENALITA’ in caso di sforamento dei 40 (quaranta) minuti complessivi in ogni singola altra postazione ufficiale.

Sul palco principale è facoltativa l’esecuzione della canzone d’occasione eventualmente si scegliesse di rappresentarla le modalità sono quelle previste per tutte le altre.

Art. 22

La penalizzazione o l’assegnazione dei bonus non è assolutamente reclamabile.
Il Presidente della Fondazione si riserva di segnalare e richiedere l’intervento del Comando dei Carabinieri di Palma Campania e del comando dei Vigili Urbani di Palma Campania, per procedere alla esclusione dalla sfilata per motivi disciplinari, ordine ed incolumità pubblica, di gruppi, comitati ovvero carri senza il rispetto delle prescrizioni.

CAPITOLO VI

COMPOSIZIONE GIURIE, VOTAZIONI E PREMI PER LE QUADRIGLIE PARTECIPANTI

Art. 23

Le giurie saranno 4 (quattro) e verranno posizionate: una sul palco centrale; le restanti tre nelle restanti 5 (cinque) postazioni ufficiali e cioè: Piazzetta Ferrari; Incrocio via San Felice/via Roma; Piazza De Martino; via Trieste; Largo Marconi.

La Fondazione si riserva la facoltà di indicare prima dell’inizio della manifestazione quali postazioni ufficiali non saranno oggetto del giudizio della giuria.

Le giurie saranno composte ciascuna da 4 (quattro) persone compreso il presidente; dei 16 (sedici) complessivi giurati, 10 (dieci) saranno scelti dalla Fondazione tra personalità inserite nel mondo dello spettacolo, della cultura, della moda, della musica e dell’arte, dopo aver acquisito il loro curriculum vitae; i restanti 6 (sei) saranno scelti, di concerto con il comitato delle quadriglie, tra cittadini palmesi che abbiano la residenza nel nostro comune da almeno 10 (dieci) anni.

Ogni comitato ha l’obbligo di consegnare:

ALL’ATTO DELLA DOMANDA D’ISCRIZIONE E, SUCCESSIVAMENTE, DUE GIORNI PRIMA DELL’INIZIO DELLA SFILATA (entro la conclusione del giovedì delle prove) – n. 1 scheda di presentazione del tema prescelto con indicazione dei vestiti e dei personaggi rappresentati.

DUE GIORNI PRIMA DELL’INIZIO DELLA SFILATA UFFICIALE ( entro la conclusione del giovedì delle prove) – n. 1 scheda di presentazione delle canzoni selezionate, l’ordine di esecuzione delle stesse durante il canzoniere;

DUE GIORNI PRIMA DELL’INIZIO DELLA SFILATA UFFICIALE (entro la conclusione del giovedì delle prove) – n. 1 scheda di presentazione delle scenografie ( balletti, allestimenti scenici etc) e coreografie ( carro allegorico principale e secondari, preparazioni sceniche, cacciate, etc)

DUE GIORNI PRIMA DELL’INIZIO DELLA SFILATA UFFICIALE ( entro la conclusione del giovedì delle prove) il numero approssimativo (con un oscillazione del 10%) di tutti i partecipanti iscritti.

DUE GIORNI PRIMA DELL’INIZIO DELLA SFILATA UFFICIALE ( entro la conclusione del giovedì delle prove) il nominativo degli addetti allo “STAF TECNICO”.

DUE GIORNI PRIMA DELL’INIZIO DELLA SFILATA UFFICIALE, OGNI COMITATO DEVE FORNIRE ALLA FONDAZIONE IL NOMINATIVO DI UN RESPONSABILE CON IL QUALE E’ POSSIBILE PRENDERE UNA DECISIONE IMMEDIATA E VINCOLANTE DURANTE LA SFILATA E L’ESIBIZIONE DEL CANZONIERE.

Le suddette schede, tranne l’ultima, verranno consegnate ai membri delle GIURIE per una loro migliore conoscenza delle quadriglie da giudicare.

Art. 24

Le giurie valuteranno, prevalentemente, le seguenti 4 (quattro) caratteristiche delle quadriglie:

  • Costumi;
  • Scenografie e Coreografie;
  • Musica;
  • Maestro

Art. 25

I nominativi, con il relativo curriculum vitae, dei componenti delle Giurie che valuteranno i costumi e scenografia/coreografia la domenica della sfilata saranno resi noti la domenica stessa entro le ore 15.00, con pubblicazione sul sito ufficiale www.carnevalepalmese.eu, il tutto per garantire una migliore forma di imparzialità.

Per lo stesso I nominativi, con il relativo curriculum vitae, dei componenti delle Giurie che valuteranno il maestro e la musica il martedì grasso saranno resi noti il martedì stesso entro le ore 15.00, con pubblicazione sul sito ufficiale www.carnevalepalmese.eu.

Art. 26

Il giudizio della Giuria è insindacabile e non soggetto a reclami, i giurati esprimeranno i loro voti con voto palese e con obbligo di motivazione.

Per le valutazioni la Giuria potrà utilizzare anche riprese video, fotografiche e/o tecnologiche.

Art. 27

Al vincitore del Carnevale verrà assegnato il tradizionale “Gonfalone Aragonese”.

L’edizione del Carnevale sarà vinta dalla quadriglia che avrà totalizzato il punteggio finale più alto, rappresentato dalla somma dei voti riportati nelle singole categorie di giudizio ai quali si aggiungeranno eventuali bonus e si sottrarranno eventuali penalità.

In caso di parità tra 2 (due) o più comitati nel punteggio finale, ci sarà una vittoria ex aequo ed il Gonfalone Aragonese verrà assegnato alle quadriglie che avranno raggiunto lo stesso punteggio finale.

CAPITOLO VII

PARAMETRI DI GIUDIZIO E PUNTEGGIO

 Art. 28

Le Giurie baseranno il loro giudizio facendo riferimento a 4 (quattro) categorie principali, ogni categoria è la sintesi di 3 (tre) specialità che la compongono.

Le categorie principali di giudizio sono:

Costumi:

– Bellezza dei vestiti ed arricchimento tecnico (voto da 7 a 20) che verranno giudicati sia il giorno della sfilata che dell’esibizione del canzoniere.

– Originalità del tema e dei vestiti (voto da 5 a 15) che verranno giudicati il giorno della sfilata.

– Attinenza dei vestiti e disposizione organizzativa dei costumi con il Tema scelto (voto da 7 a 20) che verrà giudicato il giorno della sfilata.

Scenografia e Coreografia:

– Presentazione della Quadriglia prevista per il giorno della sfilata : ( voto da 7 a 20) che verrà giudicata il giorno della sfilata

– Vivacità dei colori, ordine ed armonia della sfilata (voto da 5 a 15) che verrà giudicata il giorno della sfilata.

– Carro Allegorico, strutture e/o effetti coreografici, elementi scenografici e spettacoli e/o esibizioni abbinati al canzoniere ( voto da 7 a 20) che verranno giudicati il giorno dell’esecuzione dei canzonieri.

Musica :

– Qualità del Canzoniere ( arrangiamento musicale ed armonizzazione con la ritmica) (voto da 7 a 20) che verrà giudicato il giorno dell’esecuzione dei canzonieri.

– Esecuzione di due canzoni scelte dalla fondazione ( arrangiamento musicale ed armonizzazione con la ritmica) (voto da 7 a 20) che verranno giudicate il giorno dell’esecuzione dei canzonieri;

– Utilizzo a tempo degli strumenti tradizionali (voto da 7 a 20) che verrà giudicato nel giorno dell’esecuzione dei canzonieri.

Maestro:

– Senso del ritmo e della musica del maestro ( voto da 7 a 20) che verranno giudicate il giorno dell’esecuzione dei canzonieri;

– Originalità e bellezza del vestito del maestro ( voto da 5 a 15) che verranno giudicate il giorno della sfilata;

– Gestualità, teatralità e capacità di coinvolgimento ( voto da 7 a 20) che verranno giudicate il giorno dell’esecuzione dei canzonieri.

Art 29

I giurati saranno 4 compreso il presidente, ciascun giurato esprimerà un voto relativo alla sua categoria di giudizio.

Ogni giurato esprimerà nella propria categoria di giudizio 3 (tre) voti, uno per ogni specialità, la somma dei voti riportata nelle 3 (tre) specialità rappresenterà il voto finale attribuito dal giurato alla singola categoria di giudizio.

In caso di un voto espresso in modo non riconoscibile e/o in presenza di un voto indecifrabile lo stesso verrà considerato valido e gli verrà assegnato un punteggio pari a 3(tre).

IL GIURATO che avrà espresso uno o più voti indecifrabili o avrà omesso di indicare uno o più voti non potrà più ricoprire la carica di giurato nelle successive edizioni del carnevale palmese.

Art. 30

Ogni componente della GIURIA, A CONCLUSIONE DELL’ESIBIZIONE DI OGNI SINGOLA QUADRIGLIA NELLE POSTAZIONI UFFICIALI PRESTABILITE, depositerà, in apposita busta debitamente firmata e chiusa, la scheda che esprime i voti, CHE VERRA’ CONSEGNATA IN DUPLICE COPIA UNA NELLE MANI DEL PRESIDENTE DELLA FONDAZIONE CARNEVALE (o suo delegato) ED UNA NELLE MANI DEL PRESIDENTE(o suo delegato) DELLA QUADRIGLIA CHE SI E’ ESIBITA, I QUALI PROVVEDERANNO A FIRMARE E STILARE VERBALE DI CONSEGNA. LE BUSTE NON POTRANNO ESSERE APERTE PRIMA DEL CONTEGGIO FINALE DEI VOTI.
NEL CASO LA BUSTA VENGA APERTA PRIMA DEL CONTEGGIO FINALE, LA QUADRIGLIA INADEMPIENTE INCORRERA’ IN 150 PENALITA’.

Art. 31

Alla quadriglia che totalizzerà il massimo punteggio nei Costumi verrà assegnato il PREMIO “ Migliori Costumi”;
alla quadriglia che totalizzerà il massimo punteggio nella Scenografia e Coreografia verrà assegnato il PREMIO “ Miglior Scenografia”;
alla quadriglia che totalizzerà il massimo punteggio nella Musica verrà assegnato il PREMIO “ Miglior Canzoniere”;
alla quadriglia che totalizzerà il massimo punteggio per il Maestro, verrà assegnato il PREMIO “ Miglior Maestro”.

Art 32

Al Presidente della Giuria “Costumi”, di concerto con i membri della Fondazione, spetta il compito di assegnare i seguenti “ Premi Speciali Individuali”:

  • Costume uomo più originale;
  • Costume donna più originale;
  • Costume bimbo più originale.

Ai membri della Fondazione spetta il compito di assegnare i seguenti premi speciali:

  • Miglior “Cacciata” tra i costumi più originali e fantasiosi;
  • Miglior Strumento a percussione – originalità-.
  • Migliore Prova – alla quadriglia che si sarà contraddistinta durante la tradizionale settimana delle prove-;
  • Miglior Banda Piccola, formata dai migliori singoli elementi delle quadriglie in gara;
  • Miglior creazione (maschera) strutturale;
  • Premio Tradizione – utilizzo di maggior numero di strumenti tradizionali;

La Fondazione si riserva la facoltà di istituire ulteriori premi individuali

Art. 33

I risultati delle Giurie verranno ufficializzati entro 3 giorni successivi alla chiusura delle esibizioni.

Art. 34

La quadriglia vincitrice del GONFALONE ARAGONESE e i vincitori dei Premi Speciali Individuali”, partecipano di diritto agli eventi regionali, nazionali ed internazionali ai quali aderirà la Fondazione e l’Amministrazione Comunale.